Linfame21

Gianluca Caliendo artlab_design

IO SONO

Mi chiamo Caliendo Gianluca, pittore autodidatta, sposato con due figli, innamorato dell'arte. Originario di Salerno ma dal 2012 vivo in provincia di Cuneo, mi dedico alla pittura in tarda età dopo un periodo della mia vita non proprio roseo, posso dire "L'arte mi ha salvato la vita".
Nel 2021 sono stato colpito da un Linfoma (da qui lo pseudonimo Linfame21 con cui firmo le mie opere), una vera e propria doccia fredda per me e la mia famiglia, da lì per affrontare il male e per distrarmi chiedo a mia moglie di darmi una tela, colori e pennelli e comincio a dipingere. La voglia di crearmi e perfezionarmi giorno dopo giorno mi ha aiutato a superare i momenti terribili che la terapia mi ha regalato.
I miei dipinti si basano su concetti astratti, la vita di tutti i giorni, i bei momenti e le gioie sono la mia musa ispiratrice.
Studio ogni giorno per migliorare; "Il diavolo è nei dettagli" mi piace ripetermi e per questo non do mai nulla per scontato.
L'arte come medicina, come valvola di sfogo, come gestione delle emozioni, come cultura.
Le mie opere sono quasi tutte in acrilico con qualche eccezione ad olio, il mio punto di forza è l'accostamento dei colori che si è evoluto sempre di più con il passare del tempo.
Il colore è un mezzo per esercitare un'influenza diretta sull'anima. Il colore è la chiave. L'occhio è il martello, l'Anima è un pianoforte con molte corde dove l'artista è la mano che con questo o quel tasto porta l'anima a vibrare.
Oggi, nel 2023, mi ritrovo a trasformarmi: ho arricchito la mia tecnica introducendo non solo il pennello, ma l'aggiunta della spatola e del dripping, che rafforzano l'espressione del mio animo inquieto. Il famigerato L'infame21 si sta allontanando da me e sta riportando in vita Caliendo Gianluca, l'uomo che il Linfoma aveva messo nell'ombra.
La nuova Arte, i nuovi quadri che sto producendo, dimostrano la mia nuova fase di transizione dove prevale l'oro, l'oro inteso come massima espressione della voglia di vivere.

I AM

My name is Caliendo Gianluca, a self-taught painter, married with two children, in love with art. Originally from Salerno but since 2012 I have been living in the province of Cuneo, I dedicate myself to painting late in life after a period of my life that was not exactly rosy, I can say "Art has saved my life".
In 2021 I was struck by a Lymphoma (hence the pseudonym Linfame21 with which I sign my works), a real cold shower for me and my family, from there to face the evil and to distract myself I ask my wife to give me a canvas, colors and brushes and I start painting. The desire to create and perfect myself day after day has helped me to overcome the terrible moments that therapy gave me.
My paintings are based on abstract concepts, everyday life, beautiful moments and joys are my muse.
I study every day to improve; "The devil is in the details" I like to repeat to myself and for this reason I never take anything for granted.
Art as medicine, as an escape valve, as an emotion management, as culture.
My works are almost all in acrylic with some exceptions in oil, my strong point is the combination of colors that has evolved more and more with the passage of time.
Colour is a means of exerting a direct influence on the soul. Color is the key. The eye is the hammer, the Soul is a piano with many strings where the artist is the hand that with this or that key brings the soul to vibrate.
Today, in 2023, I find myself transforming: I have enriched my technique by introducing not only the brush, but the addition of the spatula and dripping, which strengthen the expression of my restless soul. The infamous 21 is moving away from me and is bringing back Caliendo Gianluca, the man that Lymphoma had put in the shadows.
The new Art, the new paintings I am producing, demonstrate my new phase of transition where gold prevails, gold understood as the maximum expression of the will to live.